Home Attivitą internazionale Nuoto ASPMI si distingue in Europa
Home
La Storia
Lo Statuto
La Struttura dirigente
Affiliazione
Tesseramento
Partners
Per saperne di più
Ultim’ora
Annuario
Attività Nazionale
29/06/2016 - Attivitą internazionale

Nuoto ASPMI si distingue in Europa

Fantastici Europolyb, 22 le medaglie conquistate


Data: 29/06/2016


HUELVA (Spagna) - Quattro giorni di nuoto, un elenco di partecipanti nutrito, tutti con lo scopo di realizzare la migliore delle prestazioni.

Nei confronti di un evento – è il caso dire ondivago – dove non sai quali possono essere gli avversari, dove nulla è garantito e ciò che ti piacerebbe conquistare te lo devi guadagnare – nello specifico “la medaglia” – stimoli e interesse sono assicurati. E’ pur vero che un posto sul podio potrebbe essere possibile. Le dimensioni agonistiche non sempre sono abissali. La suddivisione in categorie aiuta. In fondo, a pensarci bene, se a vincere fossero sempre gli stessi, campionati del genere non segnerebbero un  interesse così alto in fatto di partecipazioni. Perciò in primis importante è esserci, per le medaglie si vedrà.

Fatto cenno alle motivazioni è il caso di entrare nel merito.

Per i milanesi Roberto Maltempi e Francesco Campanelli e i reggiani Matteo Rocchelli e Alberto Scolari la storia inizia il 9 Luglio a Siviglia. Il tempo di acclimatarsi  e due giorni dopo, con logistica perfetta, l’accreditation nel pieno centro di Huelva, alla Andreas Estrada Sport Center, edificio interamente dedicato ai giochi con vendita e distribuzione di gadget, personale poliglotta in grado di fornire informazioni e quant’altro.

Giorno 11 il via ufficiale. Il campo di gara – vasca semiolimpica da 25 mt – già  testato il giorno precedente, si presenta ottimale. Giudici di gara accreditati, piano vasca perfetto, chiamate a livello di gara internazionale, volontari addetti alle corsie. Unico neo il cronometraggio semiautomatico. Non ce ne vogliano gli organizzatori ma in una manifestazione di tale livello l’automatico sarebbe d’obbligo.

Il concetto di quanto sia valida ancorchè polivalente la manifestazione è subito dato dalle prestazioni prodotte in vasca dalla squadra russa dove il “solito” Eugeny Korotyshkin, categoria senior A, ottiene un riscontro cronometrico di livello mondiale. Trattasi dello stesso atleta, già primatista mondiale e olimpico, che aveva spopolato ai penultimi Europolyb a Bruxelles. Non da meno gli altri suoi compagni di squadra, anch’essi fortissimi atleti della nazionale russa: Yury Ufimtsev, primatista mondiale dei 400 stile libero categoria M30; Pavel Medvetesky capace di 50 e rotti nei 100 stile e di performances cronometriche di ugual livello nei 200; Danil Pasynkov formidabile mistista che ottiene tempi di livello olimpico  e poi ancora Sergey Prokhorov, paradossalmente il meno forte della compagine eppure più volte vincitore dei campionati USPE. Come se non bastasse a completare il team la fortissima dorsista Elena Sokolova già nazionale russa anch’essa finalista olimpica.

Di fatto la Dinamo Mosca al completo con veri e propri campioni.

Per tornare in Europolyb, vale in ogni caso segnalare la presenza altri ottimi atleti, nello specifico polacchi – compagine veramente numerosa – e spagnoli.

E ora i nostri. In un insieme di così alto livello fattore positivo è che alla fine tutti riescono ad ottenere risultati meritevoli di plauso.

Scolari, gia' reduce da queste competizioni a Valencia 2010 con 5 titoli, ripete le stesse performances cogliendo con una partenza al fulmicotone il primo oro nei 50 delfino Grand Master B con un tempo che rappresenta il record dei giochi. Si ripete poi in tutte le gare - sempre Grand Master B – nei 100 delfino, 50 e 100 stile libero, 50 dorso, con tempi che gli avrebbero permesso la conquista di medaglie, anche del materiale piu' pregiato, nelle categorie inferiori come 50 stile libero o 50 dorso. Risultati da incorniciare che fanno il paio con i successi assoluti ottenuti ai nazionali di Reggio Emilia.

Roberto Maltempi che gareggia in ben 8 gare individuali sigla record personali in  categoria Grand Master A con 5 ori individuali nei 400 e 200 misti, 50, 100 e 200 dorso, un argento nei 50 rana oltrechè, stessa specialità, due bronzi nei 100 e 200. Senza nulla togliere al merito un risultato strepitoso derivato in tutta onestà da una concorrenza non agguerritissima. Lo stesso per Campanelli, anch’egli ottimo agonista che fa suoi nella stessa categoria di Maltempi 2 ori nei 400 e 200 stile libero e tre bronzi nei 50 e 100 stile libero e nei 100 dorso. Non meno esaltanti le prestazioni cronometriche di Rocchelli che in Senior A si trova a competere con una concorrenza agguerritissima tra cui il recordman mondiale di categoria 400 stile libero – e qui si prende un bronzo – e nei 200 stile libero dove il migliore si conferma il già citato  Medvetesky con tempi di livello assoluto. Buoni crono anche nei 50 stile libero, dove il nostro si trova a gareggiare fianco a fianco con il super campione Korotyshkin,  e nei 100 stile libero.

A Europolyb conclusi per tutti un’esperienza da segnare negli annali sia per i risultati conseguiti che per il contesto qualificante nel quale gli stessi sono stati ottenuti.

 

Foto 3074

da sin. Maltempi, Scolari, Rocchelli, Campanelli

Foto 3078

Con il campione russo Korotyshkin

Foto 3076

Maltempi e a dx Campanelli, 15 medaglie in due


A.S.P.M.I. Associazione Sportiva Polizie Municipali d'Italia
Sede Sociale Via Boeri, 7 - 20141 Milano
cell. 347 5220009 - C.F. 94035970485 - P. Iva 01475950471
Cookie policy
Created, hosted and powered by Devitalia

Ultimo aggiornamento: 22/02/2018