Home Ultim'ora ASPMI da anni ben oltre i confini nazionali
Home
La Storia
Lo Statuto
La Struttura dirigente
Affiliazione
Tesseramento
Partners
Per saperne di più
Ultim’ora
Annuario
Attività Nazionale
23/05/2018 - Ultim'ora

ASPMI da anni ben oltre i confini nazionali

Una storia tutta da raccontare


Data: 23/05/2017


Con lo scopo di preservare le radici di un movimento sportivo in essere da cinquant’anni niente di meglio che scorrerne la storia fin da quando (siamo nel 1972) su proposta del Gen. Andreotti allora Comandante del Corpo Vigili Urbani Roma, ASPMI si aprì all’Europa. Su sollecito di USPE ben volentieri la stessa città capitale si rese disponibile ad organizzare la fase finale del campionato europeo di calcio.  Un’apertura verso ciò che in futuro sarebbe risultata una presenza costante a competizioni sportive in campo internazionale con risultati degni di rilievo quale, Oslo 1978, la qualificazione alle finali del campionato europeo di calcio.

 Dopo qualche anno di stasi, nel 1983, con l’elezione a Presidente ASPMI dell’allora Comandante del Corpo Vigili Urbani di Firenze Vincenzo Recchi, l’Associazione riprese i contatti con USPE. A suggellare il riavvicinamento l’occasione della partecipazione ad una manifestazione sportiva in programma a Vienna dove a rappresentare il nostro movimento quale dirigente responsabile fu incaricato l’allora Consigliere nazionale Silvio Ferrari.

 L’anno successivo lo stesso Recchi, su interessamento del Tesoriere USPE J. Pissort, già conosciuto a Roma nel 1972, fu invitato a Bruxelles  ad una riunione promossa da USPE, occasione che consentì di riallacciare i rapporti con il movimento sportivo leader riconosciuto in Europa.

 Tra gli argomenti trattati particolare apprezzamento fu rivolto alla proposta di inserimento della disciplina tennis quale campionato europeo presentata da Recchi. Un progetto – proposto da Umberto Ugolini già campione nazionale – che accolto con favore nel 1985 vide la prima edizione tenersi a Macerata.

 Intanto ASPMI cresceva dimostrando capacità organizzative tali da vedersi assegnata la prestigiosa Stella di Bronzo CONI al merito sportivo.

 I successi di quegli anni,  merito dei quali è da ascrivere alla passione ed all’impegno di tanti tra Gruppi Sportivi, atleti, dirigenti e finanche sostenitori, portò nel 1988 il nostro Presidente ad essere eletto in USPE quale secondo Vice Presidente; nel 1990 a Berlino primo Vicepresidente; nel 1992 a Dublino la massima carica, quella di Presidente.

 Era la prima volta che un incarico così importante delegato alla diffusione dello sport  tra appartenenti alle forze di Polizia in Europa veniva affidato ad un italiano. Furono anni ricchi di stimoli per i nostri associati capaci di ottenere brillanti risultati sportivi tali da far crescere la considerazione di ASPMI in campo internazionale.

 Sull’onda dell’entusiasmo furono organizzati entro i nostri confini avvenimenti per la prima volta rappresentati in USPE quali maratona, tennis, sci.  

 La pratica sportiva, a livello internazionale in costante progresso, portò nel 1995 alla nascita di USIP (Unione Sportiva Internazionale delle Polizie). Fin dall’inizio la nascita di questa nuova organizzazione fu per certi versi ostacolata. Tante le divergenze tra USPE di cultura occidentale e USIP vicina al mondo arabo.  Per i secondi, nuovi arrivati, un vantaggio non di poco conto considerata quanto poteva risultare valida, soprattutto per loro stessi, la possibilità di ottenere  finanziamenti. Il passaggio della presidenza USPE da Garcia a H. Rahim capo della Polizia del Kuwait ne fu il più eloquente.

 Come spesso accade con il trascorrere del tempo molti dei contrasti iniziali si affievolirono assai per merito dell’allora tesoriere Recchi che dato l’incarico che ricopriva in occasione dei vari meeting aveva titolo per intervenire.

 Da allora in poi, come vien detto, molta acqua è passata sotto i ponti.

 Il movimento sportivo a livello internazionale praticato tra gli appartenenti alle forze di polizia  è cresciuto superando barriere e incomprensioni.

 La proposta di collaborazione rivolta al Presidente ASPMI Antonio Barbato dal Presidente USIP Sheikh Nawaf Al Sabah e la sua delegazione nell’incontro avvenuto a Milano è quanto di meglio si sarebbe potuto aspettare..

 

 

 

 

Foto 3844

Al centro Vincenzo Recchi

per oltre un decennio membro autorevole del framework USPE


A.S.P.M.I. Associazione Sportiva Polizie Municipali d'Italia
Sede Sociale Via Boeri, 7 - 20141 Milano
cell. 347 5220009 - C.F. 94035970485 - P. Iva 01475950471
Cookie policy
Created, hosted and powered by Devitalia

Ultimo aggiornamento: 12/12/2018