Home Pesca alla trota Pesca alla trota nazionale: Bonf propheta in patria
Home
La Storia
Lo Statuto
La Struttura dirigente
Affiliazione
Tesseramento
Partners
Per saperne di più
Ultim’ora
Annuario
Attività Nazionale
08/04/2018 - Pesca alla trota

Pesca alla trota nazionale: Bonf propheta in patria

In acque amiche f suo il titolo nazionale. Report e foto


Data: 08/04/2018


Amo la pesca non perché io guardi alla pesca come ad una cosa terribilmente importante, ma perché io sospetto che altrettante cose che riguardano l’uomo sono ugualmente senza importanza, ma non altrettanto divertenti.

(Robert Traver)

 

SAN MARTINO BUONALBERGO - Per il movimento pesca in cerca di ossigeno il campionato disputato in quel di Verona è stata un’occasione che ha consentito di rivalutare una disciplina  riconosciuta  in ASPMI tra quelle con la più lunga serie. Antonio Fontana da Consigliere nazionale addetto non esita ad esternare la propria soddisfazione.

Responsabilizzato per l’incarico che ricopre sente di rivolgere un ringraziamento speciale ad Antonio Bonfà “…….per l’ottima organizzazione ed accoglienza dei numerosi colleghi partecipanti”.  E non finisce lì. Creativo com’è, durante il convivio condiviso da tutti i colleghi rappresentanti i Gruppi Sportivi, ha raccomandato fattiva solidarietà: “ Vero che per arrivare ai numeri di presenze di una decina di anni fà occorre un briciolo di pazienza. Ciò che di positivo è emerso in questa quarantaseiesima edizione è la dimostrazione di quanto una buona organizzazione sia da considerare fattore stimolante per migliorare così da accrescere la partecipazione di ferventi appassionati dell’arte della pesca alle successive competizioni”.

Sul campo,  dopo 10 turni di 10 minuti, ciascuno con le varie tecniche, il titolo di migliore assoluto se l’è aggiudicato lo stesso Bonfà. E non si dica che era un risultato scontato.

Vero che giocava in casa ma quanto ha tenuto a dire è quanto di meglio un vero pescatore sportivo potrebbe dichiarare.

Allora, Antonio, una vittoria in casa te l'aspettavi?

“No, anche perché di solito chi organizza, come capitato a me, è assai impegnato al fine del buon andamento della manifestazione con parecchi pensieri per la testa compreso il non meno importante aspetto tecnico nella preparazione del materiale. Nonostante ciò all'ultimo turno di pesca dei dieci in programma mi sono detto tra me: se riesco a prendere almeno altri 4 pesci ho una buona possibilità di vincere. E così è stato. Naturalmente un mix di bravura e di fortuna”.

Quale la chiave del successo?

“Crederci sempre fino all'ultimo. Pensa che durante la gara ho cambiato ben 4 tecniche di pesca: piombino, sonar, bombarda per finire con il galleggiante”.

Chi temevi di più per il titolo?

“Solitamente Milano ha dei buoni pescatori in particolare Manzelli; ovviamente nulla senza togliere a Firenze con l'amico Cipolli; Riccione con Bucci e Fantini e gli amici di Carrara Biggi e Giuliani, quest'ultimo penalizzato causa problemi fisici, come del resto Manzelli; entrambi comunque bravi a partecipare”.

 Il tuo miglior risultato ottenuto in una gara di pesca

“Un primo posto ad una prova del campionato Regionale Veneto trota torrente FIPSAS sul torrente Brenta, bei ricordi ero molto più giovane e scattante senza trascurare la vittoria a squadre in coppia con l'amico Manega Giuliano nel 2015 a Verona, il primo assoluto di Carrara 2016 e ovviamente l’ultimo, quello di quest'anno”.

Tra tante, una gara da ricordare

“Ricordo sempre molto volentieri il campionato di pesca alla trota lin ago ASPMI a Poggibonsi, per l'accoglienza e l’assistenza ricevuta durante tutta la manifestazione; naturalmente senza togliere agli amici di Carrara che credo siano insuperabili per organizzazione, accoglienza, campo gara e pranzo finale con relative premiazioni e dove un qualcosa che ricordi l’avvenimento di norma viene consegnato a tutti.

Come giudichi il movimento pesca in ASPMI?

“Nonostante il calo di partecipanti causa soprattutto il ricambio generazionale dove pochi sono i giovani che pescano, il movimento è sempre attivo con ben 4 manifestazioni durante l'anno. Molto di ciò, giusto dirlo, è dovuto alla passione che mette il Consigliere nazionale delegato Fontana”.

Già… Antonio. Verso di lui una fiducia incondizionata da parte dei presenti, agonisti e non, convinti più che mai come chi se non lui sia da considerare l’uomo giusto capace di consentire ai pescasportivi ASPMI di presentarsi a cadenze periodiche dove ambiscono tornare; nient’altro che a gareggiare.

I migliori - oltre ovviamente Bonfà - Giovanni Biggi (GS Carrara)negli over 60, oltre (non è una novità) chi se non i soliti noti: Ezio Fantini e Claudio Bucci (G.S. Riccione) ancora una volta “super” in classifica  a squadre.

La manifestazione, presenti l’ Assessore alla Sicurezza del Comune di Verona Daniele Polato; il Comandante la Polizia Locale di Verona Luigi Altamura ed il suo vice Lorenzo Grella si è conclusa con la premiazione nell’attiguo ristorante “Al MAGLIO” (ottimo menù con succulenti specialità locali).

 

 

Foto 3777

               Con Antonio Bonfà (da sin.) il Comandante Dr. Luigi Altamura. 

l'Assessore alla sicurezza Daniele Polato, il consiglier ASPMI Antonio Fontana 

Foto 3778

Premiazione over 60 (da sin.) Renzo Compri, Giovanni Biggi, Tiziano Carretti

Foto 3781

Ottimo. GS Verona organizzatore oltrechè terzo in classifica a squadre  (da sin. Frinzi, Bonfà, Manega)

.Foto 3782

Podio assoluti (da sin.) Fantini, Bonfà, Cipolli

Foto 3780

Il Vice Comandante Lorenzo Grella con (a dx) Claudio Bucci in pesca aspmi protagonista da sempre


A.S.P.M.I. Associazione Sportiva Polizie Municipali d'Italia
Sede Sociale Via Boeri, 7 - 20141 Milano
cell. 347 5220009 - C.F. 94035970485 - P. Iva 01475950471
Cookie policy
Created, hosted and powered by Devitalia

Ultimo aggiornamento: 16/11/2018